Skip to content

Foto trinacria da scaricare


Scarica Siciliana - disegni e fotografie foto stock nella migliore agenzia di fotografia stock ✓ prezzi ragionevoli ✓ milioni di foto e immagini di alta qualità e. Attiva JavaScript per scaricare le immagini di Bigstock. Grazie! Risparmia con gli abbonamenti Bigstock. Per saperne di più >. Trova immagini per Trinacria. ✓ Gratis per usi commerciali ✓ Attribuzione non richiesta ✓ Senza copyright. Trova la foto stock perfetta di trinacria. L'Italia, sicilia, Siracusa: Trinacria, una testa di donna con serpenti circondata da tre gambe), il siciliano emblema.

Nome: foto trinacria da scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 47.67 MB

Ecco 10 spiagge da sogno per un'indimenticabile vacanza al mare in Sicilia. Spiaggia dei Conigli — Lampedusa AG in foto: Spiaggia dei Conigli — Foto Wikipedia Considerata da molti intenditori tra cui il prestigioso quotidiano britannico The Independent una delle spiagge più belle del mondo, ha tutti i requisiti per calamitare l'attenzione: mare cristallino, sabbia bianchissima e natura selvaggia.

Le sfumature di blu creano un piacevole gioco di contrasti con il bianco delle rocce puntellato di verde. L'incontro dei due mari lo rende un luogo selvaggio e incontaminato, dal fascino unico, molto amato dai surfisti. La sabbia dorata e il mare dal blu intenso regalano uno scenario incantevole. Il panorama è di quelli che non si dimenticano: delimitata dal "Pizzo della Gnacara" e della "Puntazza", nel lato ovest presenta una torre di avvistamento del XVI secolo.

Le sfumature di blu creano un piacevole gioco di contrasti con il bianco delle rocce puntellato di verde.

L'incontro dei due mari lo rende un luogo selvaggio e incontaminato, dal fascino unico, molto amato dai surfisti.

La sabbia dorata e il mare dal blu intenso regalano uno scenario incantevole. Il panorama è di quelli che non si dimenticano: delimitata dal "Pizzo della Gnacara" e della "Puntazza", nel lato ovest presenta una torre di avvistamento del XVI secolo.

Calette bianche, intervallate da falesie a strapiombo, emergono come gioielli incastonati nel mare color smeraldo. I fondali trasparenti sono ricchi di fauna sottomarina e quindi perfetti per gli amanti dello snorkeling.

Scala dei Turchi, Realmonte AG in foto: Scala dei Turchi — Foto Wikimedia Commons Situata nei pressi di Porto Empedocle, questa suggestiva falesia è un monumento naturale di argilla bianca che assume la forma di una grande scalinata, con gradoni piatti erosi dai venti.

Per arrivarci bisogna seguire un percorso un po' impervio, ma una volta arrivati la visione del luogo è impareggiabile: un panorama meraviglioso da vedere almeno una volta nella vita.

A metri dalla riva affiorano due grandi scogli, "u zitu" e "a zita" che secondo le leggende locali ricorderebbero due giovani innamorati. Incastonata tra due promontori rocciosi, è un piccolo paradiso dalle acque trasparenti e dalla sabbia bianchissima. Tutt'intorno la natura celebra il suo rigoglio tra palme nane, mirti, olivastri, agavi e cespugli fioriti.

Per raggiungerla è necessaria una camminata di 20 minuti ma si sa, tutte le cose belle si fanno attendere. La disposizione delle tre gambe fa pensare alla simbologia religiosa orientale, in particolare quella del dio del Tempo Baal oppure a quella della luna, dove le tre gambe sono sostituite da falci. Secondo alcunu riferimenti storici, il simbolo fu utilizzato anche a Creta, in Macedonia, e nella Spagna celtiberica area centrosettentrionale.

Anche Omero, nella Odissea, alludendo alla forma dell'isola, utilizza il termine Thrinakie, che deriva da thrinax "dalle tre punte". Le origini della trinacria sono da ricercare nella storia della Grecia antica.

Scegliete l’area geografica

I combattenti spartani incidevano nei loro scudi una gamba bianca piegata all'altezza del ginocchio: simbolo di forza. Arrivati in Sicilia nel , i Normanni "esportarono" la trinacria nell'isola di Man, che la scelse come simbolo in sostituzione di quello precedente - un vascello - di origine scandinava. Spingendosi geograficamente oltre, la trinacria è presente anche negli stemmi di varie dinastie nobili quali gli Stuart d'Albany d'Inghilterra, i Rabensteiner di Francia, gli Schanke di Danimarca, i Drocomir di Polonia, e in quello di Gioacchino Murat, re delle Due Sicilie all'inizio del La trinacria è anche al centro della bandiera della Sicilia, di colore rosso e giallo in senso diagonale.


Articoli simili:

Categorie post:   Ufficio